PanicoLogotypeDEF-1

Dr. Claudio Panico 
Corso Vittorio Emanuele II, 62 - 10121 Torino (TO) - tel. 011 542593 - oculistapanico@gmail.com

ISCRIZIONE ALBO DEI MEDICI n° - P.Iva 02790720011

GettyImages-124600877
WEBIDOO-LOGOFOOTER

Farmed by WEBIDOO

IPERMETROPIA

 

Le immagini provenienti dall’esterno vanno a fuoco oltre la retina.

La visione è faticosa per vicino e spesso anche per lontano.

DSC0937

I difetti della vista possono essere corretti.

L’ipermetropia può avere diverse cause: ridotta curvatura della cornea, diminuita curvatura del cristallino o ridotta lunghezza del bulbo oculare. 

 

A queste condizioni, al contrario di quanto succede nella miopia, la potenza refrattiva dell’occhio risulta troppo debole e l’immagine proveniente da un punto lontano viene messa a fuoco dopo la retina. Il risultato è un’immagine sfocata, una visione faticosa, da vicino e da lontano.

 
Questo disturbo, induce perennemente l’ipermetrope a fare uno sforzo accomodativo, uguale a quello che tutti noi facciamo quando vogliamo portare lo sguardo da un punto lontano ad un punto vicinissimo. 

L’accomodazione è un meccanismo automatico (una specie di autofocus inconscio) che, agisce modificando istantaneamente la forma del cristallino, in base alla distanza dell’immagine che si sta osservando.

 

 Lo sforzo che deve costantemente fare l’occhio ipermetrope causa una stanchezza oculare (astenopia), che si può manifestare con occhi rossi, lacrimazione, dolenzia bulbare, svogliatezza nelle attività scolastiche in giovane età.

 

Può manifestarsi anche una noiosa cefalea, successivamente a lettura prolungata.

Tutti i bambini nascono con un'ipermetropia fisiologica che si riduce con la crescita del bulbo fino all'età della pubertà. 

 

Quando invece il meccanismo di accomodazione comincia ad essere non più tanto efficace, si va verso una progressiva riduzione visiva, sia da lontano che da vicino.

L'ipermetropia viene corretta con lenti positive, convergenti, che permettono di far cadere le immagini sulla retina per metterle correttamente a fuoco. Ma molti ipermetropi riescono a convivere per molto tempo con il loro difetto visivo, quindi, quando l’occhiale diventa necessario, faticano a tollerarlo.

backgroundocchi-ragazza2

Scopri come correggere 

l'ipermetropia

Oggi l’eccellenza tecnologica della chirurgia refrattiva ha risolto anche questo problema: un laser di ultima generazione, ci permette di rimodellare la superficie della cornea, modificandone il raggio di curvatura allo scopo di eliminare in maniera permanente il difetto visivo, utilizzando un solo fascio di luce!​

 

Nel caso dell'ipermetropia è possibile usare solo la tecnica: ​​

Il Laser non è per tutti.

Verifica di essere idoneo all'intervento.

 

Solo dopo un'accurata visita sapremo darti un riscontro immediato.

PRENOTA UNA VISITA 

Compila il form , verrai ricontattato quanto prima per confermare la disponibilità.