PanicoLogotypeDEF-1

Dr. Claudio Panico 
Corso Vittorio Emanuele II, 62 - 10121 Torino (TO) - tel. 011 542593 - oculistapanico@gmail.com

P.Iva 02790720011

wineworld.jpeg
GettyImages-468559328

DIFETTI DELLA VISTA

Diceva François De La Rochefoucauld:

 “La debolezza di carattere è l'unico difettoche non si può correggere”. 

Esatto! Per tutto il resto c’è una soluzione :)

WEBIDOO-LOGOFOOTER

Farmed by WEBIDOO

Miopia, ipermetropia, astigmatismo e presbiopia sono difetti della vista, detti anche errori o vizi di refrazione, che non permettono alle immagini provenienti dal mondo esterno di essere messe a fuoco in maniera corretta.​

MIOPIA

GettyImages-124600877
GettyImages-162237664

ASTIGMATISMO

 

IPERMETROPIA

GettyImages-498299842
wineworld.jpeg

SAI GIA' DA QUALE DIFETTO DELLA VISTA SEI AFFETTO? 

SCOPRI LA SOLUZIONE IN UN FEMTOSECONDO!

PRESBIOPIA

EMMETROPIA (occhio normale): quando tutto converge nel punto giusto.

 

In condizioni normali, di visione ottimale (emmetropia), le immagini provenienti dall’esterno, attraversano la cornea e il cristallino 2 vere e proprie lenti naturali, e vengono raccolte sulla retina.

Da qui, attraverso il nervo ottico, sono poi trasmesse al cervello ed elaborate nel lobo occipitale.

 

Giocano un ruolo fondamentale nel processo visivo, la cornea, che funziona come un obiettivo, il cristallino, che è l’equivalente dell’autofocus delle telecamere digitali, ma anche l’iride e il film lacrimale. 

L’iride è un anello muscolare che determina il colore dell’occhio e delimita la pupilla che, come il diaframma delle cineprese, si allarga e si stringe in modo automatico per regolare la quantità di luce da far entrare nel bulbo oculare. Il film lacrimale, invece, è deputato a mantenere la cornea lucida, trasparente ed omogenea!

 

 

Ametropia: non c’è Photoshop che tenga!

 

Se questo naturale meccanismo viene spezzato da errori di refrazione, le immagini provenienti dal mondo esterno non vengono più percepite in modo nitido, ma risultano sfocate e confuse.

Il tipo di sfocatura dipende dal tipo di difetto della vista (miopia, astigmatismo, ipermetropia o presbiopia) mentre l’intensità dipende dall’entità del vizio di refrazione. 

 

Ma andiamo al punto: al punto di fuoco! Perché è esattamente lì il cuore del problema. 

Sono la cornea e il cristallino a far convergere i raggi luminosi nel punto di fuoco. 

Ma se cornea e cristallino sono incurvati eccessivamente o, al contrario, troppo poco, il punto di fuoco va a collocarsi o prima o dopo la retina. 

In questo caso, siamo quasi condannati all’uso perenne e costante di occhiali e lenti a contatto.

 

Quasi, sì: perché oggi i difetti della vista possono essere corretti

 

Basta un solo intervento semplice, breve e indolore effettuato con il laser ad eccimeri o a femtosecondi (ed il nome non è un caso!) per ritrovare una vista perfetta e una vita senza occhiali e lenti a contatto.