PanicoLogotypeDEF-1

Dr. Claudio Panico 
Corso Vittorio Emanuele II, 62 - 10121 Torino (TO) - tel. 011 542593 - oculistapanico@gmail.com

P.Iva 02790720011

GettyImages-162237664
WEBIDOO-LOGOFOOTER

Farmed by WEBIDOO

ASTIGMATISMO

 

Un raggio luminoso non forma sulla retina un punto, (dal greco stigma = punto), ma 2 linee ortogonali tra di loro, poste su 2 piani diversi, per cui le immagini appaiono sfuocate e sdoppiate​

DSC0937

I difetti della vista possono essere corretti.

Se gli oggetti appaiono distorti e sfocati, le immagini risultano poco definite, i contorni non nitidi, sia da lontano che da vicino, è tutta colpa dell’astigmatismo, un difetto di refrazione che non permette ai raggi della luce di essere messi a fuoco tutti nello stesso punto.

 

Chi ne soffre, può accusare dolori ai bulbi oculari, all’arcata ciliare, affaticamento oculare, mal di testa, bruciore agli occhi e lacrimazione eccessiva, tutti sintomi causati dall’accomodazione, il continuo cambio di messa a fuoco nel tentativo di ottenere un’immagine nitida. 


Il più delle volte il difetto è congenito: si individua nei primi anni di vita e rimane pressoché invariato nel corso degli anni. Ma può anche comparire successivamente a traumi oculari, ad interventi chirurgici come cataratta, trapianto di cornea, distacco di retina o per colpa di un’eccessiva pressione della palpebra superiore sul bulbo oculare, come accade nel caso di neoformazioni palpebrali tipo calazio. 

 

La causa va rintracciata nella curvatura irregolare della cornea: nell'occhio normale, la curvatura ricorda la sezione di un pallone da calcio, dove i 2 assi principali sono quasi uguali, mentre in un occhio astigmatico la curvatura della cornea è paragonabile ad un pallone da rugby con un meridiano a maggior curvatura (quello più schiacciato) e uno a minor curvatura, ad esso perpendicolare.

 

In questo caso, non può formarsi un’immagine distinta perché il punto luminoso all’origine, proveniente dall’esterno, viene inteso come prodotto da 2 linee ortogonali, poste su 2 piani diversi. In base a dove cade il punto di fuoco, l'astigmatismo può essere miopico, ipermetropico e misto.

 

 

Nell’astigmatismo miopico entrambe le linee focali cadono davanti alla retina, in quello ipermetropico entrambe le linee focali sono situate al di dietro della retina. Nell’astigmatismo misto una linea focale converge davanti la retina, mentre l’altra cade al di dietro della retina stessa.

Un astigmatismo minimo, fino ad 1 diottria è considerato fisiologico e non necessita di correzione. 

Se è più alto, bisogna ricorrere a occhiali o lenti a contatto che hanno la funzione di "riportare" e far cadere le immagini correttamente sulla superficie retinica. 

 

backgroundocchi-ragazza2

Scopri come correggere 

l'astigmatismo

Oggi, esiste anche una soluzione definitiva con cui è possibile tra l’altro trattare anche miopia o ipermetropia eventualmente associate: è la chirurgia refrattiva, senza bisturi e senza dolore!​

 

Se è associato alla miopia, valgono le tecniche laser utilizzate per la miopia: ​​

Nel caso che una terapia laser non sia praticabile, è quasi sempre possibile l’introduzione di una lente fachica​

Il Laser non è per tutti.

Verifica di essere idoneo all'intervento.

 

40 test in un'unica visita di 2h per scoprire subito se sei idoneo al trattamento Laser.

PRENOTA UNA VISITA 

Compila il form , verrai ricontattato quanto prima per confermare la disponibilità.